Categorie
Sgomberi Traslochi Trasporti

Sgombero Cantine, Box, Giardini…

https://trovainzona.it/casanova-trasporti
✅ Sgombero Cantine – Box – Giardini – Appartamenti – Uffici
✅ Trasporti e Traslochi
👌 Sopralluoghi Gratuiti
Chiama Casanova Trasporti.

🚛🚛🚛 Una squadra di esperti, puntuali e preparati si occuperà di tutto nei minimi dettagli, dall’imballaggio 💪, allo smontaggio e rimontaggio 🧰 dei mobili, fino allo smaltimentinto ♻️ degli oggetti più obsoleti.

💪 IMBALLAGGIO, realizzato ad hoc con i migliori materiali per muoversi in sicurezza ed evitare qualsiasi tipo di danno durante il sollevamento e lo spostamento dei carichi.

🧰 SMONTAGGIO, RIMONTAGGIO MOBILI, effettuato a regola d’arte utilizzando attrezzature all’avanguardia per qualsiasi adattamento in loco.

♻️ SMALTIMENTO dei mobili e dei materiali idonei al conferimento presso i centri ecologici, secondo i termini di legge e con tutte le autorizzazioni per l’applicazione degli appositi formulari da parte della Ditta Casanova Trasporti.

Chiama per un preventivo

segui Casanova sui social

#fb👍 @Casanova Shop

#insta 🧡 @casanovashopfmc

#wordpress ⭐ su https://trovainzona.it/casanova-trasporti

#sgomberi #appartamenti #cantine #box #giardini #traslochi #trasporti #smaltimentiautorizzati

#socialmediamarketing #by @Trovainzona.it

Categorie
Benessere

L’OSTEOPATIA – Principi e Tecniche

L’Osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, etc..) non prevede l’uso di farmaci né il ricorso alla chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la  prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali).

Inoltre a differenza della medicina tradizionale allopatica, che concentra i propri sforzi sulla ricerca ed eliminazione del sintomo, l’Osteopatia considera il sintomo un campanello di allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso.

Donna foto creata da prostooleh – it.freepik.com

I principi dell’Osteopatia 

Unità del corpo.

Come metodologia olistica (dal greco olos=tutto) l’Osteopatia considera l’individuo nella sua globalità: ogni parte costituente la persona (psiche inclusa) è dipendente dalle altre e il corretto funzionamento di ognuna assicura quello dell’intera struttura, dunque, l’equilibrio psicofisico e il benessere. 

Relazione tra struttura e funzione. 

Un corretto equilibrio tra struttura e funzione regala al nostro corpo una sensazione di benessere. Qualora tale equilibrio venga alterato (a causa di un trauma per esempio) si parla di disfunzione osteopatica, ossia di una restrizione di mobilità e perdita di movimento in una parte del nostro corpo (ossa, muscoli, organi, etc..). 

Autoguarigione.

In osteopatia non è il terapeuta che guarisce, ma il suo ruolo è quello favorire la capacità innata del corpo ad auto curarsi. 

Le tecniche osteopatiche 

Il trattamento osteopatico può avvalersi di numerosi metodi e tecniche di trattamento. Gli osteopati le utilizzano indifferentemente in funzione delle necessità terapeutiche. Una classificazione possibile è quella che fa riferimento a queste tre grandi famiglie: 

Tecniche strutturali. 

Le tecniche strutturali sono definite tali poiché ristabiliscono la mobilità della struttura ossea. La specificità e la rapidità delle manipolazione consente il recupero della mobilità articolare.  Hanno una forte influenza neurologica, oltre che puramente meccanica, in quanto favoriscono l’emissione di corretti impulsi dalle e alle terminazioni della parte trattata. 

Tecniche cranio-sacrali.

Le tecniche craniali agiscono sul movimento di congruenza fra le ossa del cranio e il sacro, ristabilendone il normale “meccanismo respiratorio primario”, ossia quella combinazione di parti ossee, legamentose, muscolari, e fasciali che consentono il riequilibrio e l’armonia delle funzioni cranio sacrali.  Con queste tecniche si agisce in particolare sulla vitalità dell’organismo, qualità fondamentale che permette agli esseri viventi di reagire con efficacia agli eventi di disturbo provenienti dall’ambiente esterno e da quello interno

Le tecniche viscerali.

I visceri si muovono in modo specifico sotto l’influenza della pressione diaframmatica. Questa dinamica viscerale può essere modificata (restrizione di mobilità) o scomparire. Applicando una tecnica specifica, l’osteopatia permette all’organo di trovare la sua fisiologia naturale ed i disordini legati alla restrizione di mobilità saranno così corretti. Inoltre esiste da un punto di vista anatomico e funzionale una relazione tra i visceri e la struttura muscolo-scheletrica; una cattiva funzione della struttura (colonna vertebrale), può influenzare uno o più visceri e viceversa. Si possono trovare, in persone che soffrono di mal di schiena, problemi di mobilità del fegato, del colon, del rene o dell’utero. Il trattamento osteopatico mira, attraverso l’addome ed il diaframma, a ristabilire una buona mobilità viscerale.

L’Autore dell’articolo con lo pseudonimo di olosdoc è la Dott.ssa Nicoletta Brusciani https://trovainzona.it/dott-ssa-Nicoletta-Brusciani alla quale si può richiedere un consulto, inviando un messaggio con WhatsApp da qui o tramite gli altri metodi di contatto disponibili sulla sua pagina.

Categorie
Benessere Salute

Massaggio completo , drenaggio linfatico e flusso di olio caldo sul corpo

SARVANGA ABHYANGAM , NEERABHYANGAM E PIZHCHIL

Corpo e Psiche: un’unione armonica.

Il massaggio ayurvedico sulle membrane agisce sulle impressioni “ di vita ” che si fissano nel corpo: noi tutti abbiamo dei modi di fare abitudinari, cose che abbiamo ripetuto così spesso durante la vita da lasciare letteralmente un’impronta storica sulle membrane del corpo, i tessuti connettivi che mantengono ogni cosa al suo posto all’interno di noi. Sotto forma di impressioni di vita, queste membrane immagazzinano le azioni e le esperienze ripetitive, oltre alle emozioni e alle idee che ormai si sono consolidate. Nella nostra mente e nel nostro corpo noi portiamo tutta la nostra storia. Parte di essa fa parte del presente ma parte è obsoleta e ci lascia bloccati nelle convinzioni e nelle membrane e quindi funzioniamo e ci comportiamo secondo una vecchia immagine di noi stessi basata su quel che eravamo. Lo scopo del lavoro sulle impressioni di vita attraverso il massaggio ayurvedico è quello di aiutarci a diventare quello che siamo in realtà, a liberarci di quelle impressioni di vita che ci limitano. Possiamo aumentare la flessibilità sia nel comportamento che nella funzione corporea e liberare i ricordi risanati depositati dentro di noi.
Attraverso il corpo si può arrivare alla psiche e viceversa la psiche inscrive tutto il vissuto conscio e inconscio sul corpo. Il massaggio ci fornisce la chiave per leggere ciò che portiamo scritto su di esso e instaura un dialogo armonico tra corpo e mente. Questa decodifica viene attivata da un mezzo molto semplice: le mani. La mano ascolta, trasmette, riceve, calma, lenisce, sblocca e dunque: il tocco terapeutico su zone dove ristagnano blocchi e tensioni può permettere di ricomporre l’integrità psicosomatica dell’uomo.

Massaggio Ayurvedico (Vista parziale del massaggiatore mentre effettua il massaggio ayurvedico nel centro benessere – Foto di Andrew Lozovyi ).

Il tatto: fluido e senza sforzo.

Il senso del tatto è il primo a svilupparsi nel corpo umano, da questo possiamo desumere che sia anche il bisogno primario dell’uomo. L’uomo al momento in cui nasce abbandona definitivamente la dimensione amniotica in cui viene continuamente cullato e massaggiato. Da questo momento in poi si sente spinto a ricercare in continuazione quell’approccio fisico che appaghi il suo bisogno di affettività, di protezione, di attenzione, di relazione. La mano mentre massaggia ci guida a quel primitivo benessere psico-fisico dove tutto funziona senza sforzo, in modo armonico, facendoci distaccare dal mondo esterno e mettendoci in contatto con quello interno. Il contatto terapeutico, dopo aver passato “in rassegna” tutti gli organi, fa ritrovare a ognuno di essi il suo ritmo naturale e la sua fisiologica funzione. A livello psicologico permette di ripristinare situazioni che hanno spezzato il rapporto di fluidità tra corpo e mente.

La mente: si eliminano anche i suoi danni.

Nella nostra cultura sono in molti a soffrire di una privazione di contatto fisico. In esso si racchiudono mille emozioni, migliaia di sensazioni assolutamente vere e non filtrate. In realtà sono i fantasmi della mente che fanno nascere nell’uomo la paura di essere toccato, di toccare. Tutto questo è strettamente associato ai tabù legati alla sessualità. Per questo dal punto di vista terapeutico il massaggio è importante per dissolvere questa erronea concezione e permettere all’uomo di vivere la sua corporeità come fonte di benessere e non di malessere. Dopo il cervello la pelle è il più importante e complesso dei sistemi organici. Non a caso attraverso la stimolazione dei recettori presenti su di essa è possibile portare nuova vita nei tessuti, sostituire il dolore con il piacere e ristabilire un equilibrio turbato. Gli equivoci creati dalla nostra mente e registrati dal nostro corpo possono essere eliminati quando entrambi vengono messi in grado di esprimersi liberamente e sinergicamente.

Gli effetti: scioglie le paure.

Molte persone cercano di nascondere i loro blocchi, le loro paure dentro il corpo nella speranza di farli diventare una parte segreta di cui nessuno può venire a conoscenza, neppure loro stessi. A volte grosse tensioni possono restare nascoste per lungo tempo per poi trasformarsi in dolori, malattie, e disagi psico-emotivi. La mano fisicamente e simbolicamente aiuta a sospingere via ciò che si è bloccato in un determinato punto. A riaprire ciò che si era ermeticamente chiuso. Rimettendo in moto quella spinta vitale che alberga in ognuno di noi e permettendoci di fluire armonicamente nella nostra esistenza.

Messaggio d’amore: accende la scintilla.

Il massaggio a livello emotivo può essere vissuto come una piacevole e prolungata carezza. Proprio durante il massaggio può scattare la scintilla che accende l’amore per il nostro corpo e di conseguenza ci sentiamo più portati ad amare noi stessi e gli altri. È quindi uno stimolo per prenderci cura di lui, imparare a rispettarlo e a “ usarlo ” per vivere. Quando ci sono punti del corpo che non amiamo o parti della nostra psiche che nascondiamo, il massaggio ce li fa riscoprire ed amare. Il massaggio può essere un modo per ravvivare e migliorare il rapporto di coppia, di ristabilire la comunicazione fra i partners e di conseguenza anche la vita sessuale ne beneficia.

Benessere: si muovono forze rigeneratrici.

Nel massaggio ayurvedico le mani ripristinano il naturale fluire di energia del corpo (Vista parziale di massaggiatrice professionista al tavolo da massaggio – Foto di Rostyslav Oleksin ).

Massaggiare vuol dire far entrare nelle dita, nelle mani, un flusso d’amore capace di far scorrere l’energia vitale in grado di smuovere nel corpo quelle forze risanatrici che consentono di generare benessere, di ridare salute e vitalità e di alleviare il dolore. È come il corso di un fiume che scorre nel suo letto e sa dove andare fino a quando non interviene qualcosa a turbare il suo normale fluire. È in questo momento che bisogna intervenire per ripristinare gli argini o eliminare ciò che impedisce al corso d’acqua di seguire il suo naturale percorso. Il corpo risponde attraverso le sollecitazioni di un massaggio mediante due azioni:
Diretta: influenza le parti trattate come muscoli, articolazioni.
Indiretta: agisce mediante un meccanismo neuro riflesso e umorale, sollecitando la rete di terminazioni nervose presenti sulla cute e collegate al sistema nervoso centrale e periferico.
Massaggiare significa portare un cambiamento al corpo e trasformarlo. Una mano calda e rassicurante è quanto di meglio per superare stress e frustrazioni, per sciogliere tensioni, per sedare il dolore sia fisico che morale. Attraverso di essa passano nel corpo impulsi che si trasmettono all’interno e dall’interno si sprigionano energie che si riflettono all’esterno.

Il corpo: un veicolo di salute.

Corpo come sede del dolore, della malattia, degli eccessi, come elemento di bellezza, come strumento preposto al continuo bisogno umano di accettazione e conferma.

Il corpo è la parte visibile su cui esercitare una serie di tecniche benefiche che agiscono su vari livelli.

Queste portano a migliorare il nostro aspetto fisico, a ritemprare un corpo stanco, a sedare il dolore, a purificarci da scorie e tossine, a ridarci vitalità ma in realtà il corpo è inscindibile da quella parte invisibile, energetica che si riflette sulla psiche. Non possiamo quindi escludere che nel momento in cui beneficiamo di un massaggio per sciogliere delle contratture muscolari, per migliorare la circolazione, per eliminare eventuali inestetismi, automaticamente ci sentiamo più rilassati, più sicuri di noi stessi, più coccolati, più energici e di conseguenza: non dobbiamo sottovalutare che l’insorgere di una contrattura, di un disturbo, di un inestetismo possano essere stati originati da un atteggiamento mentale non corretto, da un rapporto sbagliato con noi stessi o con gli altri. Difficile quindi operare un intervento sul corpo senza prendere in considerazione l’individuo nella sua globalità. Più il corpo e le sue funzioni vengono frazionati, più le modalità di intervento diventano in grado di agire sul frammento ma perdono di vista le interconnessioni e di conseguenza l’intero.

Il massaggio è capacità di ricevere, ci offre un’opportunità. Trarre i maggiori benefici da un massaggio dipende anche dalla predisposizione di chi si sottopone a una seduta. Farsi massaggiare rappresenta infatti la capacità di ricevere e per molti, più portati a dare, non è sempre facile lasciarsi andare e permettere a chi ci massaggia di “donarci” ciò di cui abbiamo bisogno.

I BENEFICI DEL MASSAGGIO

“ RIENTRARE ” NEL CORPO

Il cervello è la nostra interfaccia interna (propriocettiva) ed esterna (esterocettiva). L’armonia dell’uomo nasce dall’equilibrio dentro-fuori. Il problema dell’uomo moderno è rientrare dentro, nel corpo.
I ritmi della società moderna, in particolare Internet (chat, e mail e social forum che ci assorbono), stanno portando sempre più il cervello ad annullare, tramite l’immaginazione, la dimensione spazio-temporale.
Man mano che si tende a stare fuori dal proprio corpo e a svolgere più attività contemporaneamente, il cervello diventa sempre più attivo e auto-eccitato.
Il cervello si adatta a questa nuova condizione, ma farà sempre più fatica a rientrare nel corpo provocando così una temibile escalation: stress – insonnia – disturbi della memoria – malattie neurodegenerative.
Il fine del massaggio è il recupero della tattilità e della propriocettività: portare il paziente a rientrare nel proprio corpo, reimparare a vivere e a sentire il corpo, nel qui e ora. Il tempo del massaggio è il presente, tempo del rilassamento, del rallentamento dei ritmi, del percepire sé stessi (ogni organo, ogni tessuto, ogni parte di sé) e della centratura psicosomatica.
Col massaggio la persona comincia a rappacificarsi col proprio corpo e riacquista la consapevolezza corporea.
Tramite il massaggio, spostiamo nuovamente il baricentro della persona al suo interno, rimettendolo in contatto con i propri bisogni vitali.

AUMENTA L’ATTIVITÀ DEL SISTEMA NERVOSO VEGETATIVO PARASIMPATICO

La maggior parte delle malattie d’organo sono sotto l’influenza del Sistema Nervoso Ortosimpatico.
Lo stress causa iperortosimpaticotonia (produzione nell’organismo di cortisolo, adrenalina, noradrenalina).
In una situazione di equilibro, il sistema nervoso Ortosimpatico cede il controllo al Parasimpatico non solo la notte per il sonno, ma anche più volte durante il giorno in occasione delle pause, del riposo e del relax. Se una persona vive costantemente sotto il controllo dell’ Ortosimpatico tende a cronicizzare la tensione e alla lunga ad ammalarsi (disturbi cardiaci, digestivi, della tiroide, del sistema immunitario, ormonali ecc.).
Il Parasimpatico, al contrario, è attivo durante la digestione, il riposo, il rilassamento e il sonno.
Il “Medico Interno” inibito dall’Ortosimpatico e attivato dal Parasimpatico, esalta la produzione dell’ormone della crescita e degli anticorpi soprattutto durante il sonno profondo. Dormire bene vuol dire rigenerarsi e combattere i numerosissimi e piccolissimi nemici penetrati all’interno del corpo: i virus e i batteri.
Per ottenere la salute occorre spostarsi dal dominio dell’Ortosimpatico a quello del Sistema Nervoso Parasimpatico “Antistress”.

Sessione di massaggio ayurvedico (giovane donna sorridente sdraiata con occhi chiusi durante il massaggio ayurvedico – Foto di Andrew Lozovyi ).

Scopo del massaggio è quello di aumentare, nel corso della seduta, l’attività del Parasimpatico diminuendo fino ad annullare quella dell’Ortosimpatico.
Un massaggio ben fatto corrisponde a 3-4 ore di sonno profondo.

RISPONDE AL BISOGNO DI CONTATTO

Il tatto è l’unico senso bidirezionale; è il senso privilegiato per la comunicazione (ti tocco e tu non puoi fare a meno di non sentirlo). Il contatto è il linguaggio pre-verbale ed è molto meno a rischio di incomprensione rispetto a quello verbale.
I sensi iniziano a risvegliarsi dopo 8 settimane di vita intrauterina. Il primo senso che si attiva è proprio quello del tatto, seguono poi l’udito e infine la vista.

Il bisogno del tatto è dunque scritto nei geni già al tempo del feto. Nella vita intrauterina tutte le cellule hanno esperienza di contatto e calore (da cui l’importanza della mano calda, delle cure termali). Lo stesso parto naturale è per il bambino come un massaggio profondo.
Il contatto è nutrimento. Il bisogno di contatto è un bisogno vitale come mangiare, bere, e così via.
Il massaggio risponde a questo bisogno primario. Deve essere avvolgente e dondolante, per simulare il contatto ricevuto nell’utero. In questo modo lavora sui condizionamenti neuroassociativi: a questo deve la sua grande forza.

DA CONSAPEVOLEZZA

Un massaggio ben fatto è una lezione pratica di cura e amore per sé e per l’altro.
Il massaggio è comunicazione e quindi comprensione. La qualità fondamentale del massaggiatore è l’empatia.
Il massaggio ben fatto stimola i neuroni specchio e allena all’empatia. Il massaggio guarisce le ferite dell’amore tradito.
In un mondo sempre più egoista e individualista soltanto il massaggio ci potrà aiutare a realizzare la massima di Gandhi sull’indissolubilità: “ Finché tu e io non saremo che una cosa sola, non potrò farti male senza ferirmi”.
Il massaggio di massima efficacia fa uso di mani e parole, e si adatta alla persona: non è standardizzato ma si confà alla persona in quella determinata seduta. E’ indagine atta a scoprire cosa fa bene alla persona in quel momento: “ti metto nelle condizioni di autoguarirti tramite un tuo cambiamento”.
Il fine più importante del massaggio è dare consapevolezza. Nel massaggio la persona diviene consapevole delle proprie tensioni, dei propri limiti e delle proprie potenzialità. E’ una occasione di crescita personale e un aumentato potere di autoguarigione.

RISVEGLIA IL MEDICO INTERNO

Grazie al massaggio si producono analgesici, ansiolitici, endorfine, etc. Al contrario, più assumiamo farmaci più imprigioniamo il nostro “medico interno” per retroinibizione.
Il nostro organismo è in grado di produrre tutte le sostanze curative di cui ha bisogno, se stimolato appropriatamente e in assenza di interferenze. I “farmaci” che l’organismo è in grado di produrre, detti endofarmaci, sono miliardi e di gran lunga più efficaci di quelli creati dalle industrie farmaceutiche (esofarmaci). L’assunzione di esofarmaci è in realtà giustificata solo in caso di emergenza.
Malattia significa “bisogno di cure” e il massaggio soddisfa questo bisogno.

APRE ALLA SPIRITUALITÀ

Proiezione verso la sfera spirituale. (silhouette di donna in posa yoga su sfondo di luci bokeh. Vettoriale creato da kjpargeter – www.freepik.com).

Il corpo è il tempio dello Spirito. Tramite il corpo ci si riequilibra con l’Anima che anima il corpo.
Il tempo del corpo è sempre il presente, anche se spesso tendiamo a dimenticarcene.
Un corpo sano e flessibile è un ottimo strumento di comunicazione anche con il mondo spirituale. Un corpo inascoltato e trascurato si irrigidisce, diventa dolente, ci ostacola e ci fa soffrire per ricordarci la nostra duplice natura, spirituale e terrena.
Ricevere ed eseguire massaggi è l’ideale per stimolare l’unità Mente-Corpo-Spirito.

IN SINTESI, ECCO GLI OBBIETTIVI DEL MASSAGGIO:

  • favorire una più rapida guarigione
  • impedire la cronicizzazione delle malattie;
  • promuovere comportamenti compatibili con salute, vitalità e longevità;
  • accrescere conoscenza e consapevolezza;
  • positivizzare e valorizzare il dolore e la sofferenza delle malattie;
  • liberare dalla passività, dall’insicurezza e dall’impotenza;
  • insegnare la fiducia nella propria capacità di controllo dello stress e dei comportamenti che sostengono i meccanismi interni di autoguarigione.

L’Autore dell’articolo con lo pseudonimo di olosdoc è la Dott.ssa Nicoletta Brusciani https://trovainzona.it/dott-ssa-Nicoletta-Brusciani alla quale si può richiedere un consulto, inviando un messaggio con WhatsApp da qui o tramite gli altri metodi di contatto disponibili sulla sua pagina.

Categorie
Benessere Estetica Salute

LINFODRENAGGIO MANUALE AYURVEDICO – NEERABHYANGAM

Da neera che, dal sancrito, significa linfa, il NEERABHYANGAM è il massaggio della linfa: il linfodrenaggio manuale ayurvedico.
Antico trattamento dalla sapiente e antica conoscenza indiana, con movimenti dolci e lenti è considerato il precursore di tutti i massaggi drenanti moderni.

Sappiamo che La linfa deriva direttamente dal sangue ed ha una composizione ad esso molto simile, nonostante sia più ricca di globuli bianchi e poverissima di quelli rossi. Circolando negli spazi interstiziali, fra una cellula e l’altra, ha lo scopo di riassorbire il plasma presente in queste zone rappresentando un efficace sistema attraverso cui l’organismo raccoglie liquidi e materiale di scarto dalla periferia per poi veicolarlo agli organi di depurazione.

Dobbiamo immaginare il nostro sistema linfatico come un grande filtro con la funzione di DEPURARE e RIPULIRE; a differenza del sistema cardio-vascolare che ha una sua pompa: il cuore, esso non ha propulsione. Infatti la linfa non viene spinta dall’attività cardiaca, ma scorre nei vasi mossa dall’azione dei muscoli. Quando tale azione viene meno la linfa tende a ristagnare, accumulandosi nei tessuti. Ecco spiegato come mai piedi e caviglie si gonfiano quando si rimane a lungo in una posizione statica.

Il Neerabhyangam, con manualità lente e delicate di pompaggio, stimola ed aiuta a portare la linfa verso le maggiori stazioni linfonodali, precedentemente stimolate, per essere depurata e favorisce il drenaggio dei liquidi e l’eliminazione delle tossine che ristagnano nei tessuti.

I risultati? Sono pressochè immediati.
Al giorno d’oggi questo trattamento è maggiormente conosciuto e ricercato da noi donnine per la tanto temuta ed odiata cellulite, ma il Neerabhyangam per fortuna non è solo questo!

  • prepara i tessuti per un intervento chirurgico ( elimina i liquidi in eccesso e riattiva la micro circolazione capillare );
  • ottimo anche dopo l’intervento chirurgico o una malattia quando si è soliti prendere molte medicine perché aiuta ad eliminare le conseguenze;
  • per le donne in gravidanza o dopo il parto;
  • consigliato per la cellulite, couperose, acne, vari tipi di dermatite e contro l’invecchiamento;
  • risultati eccellenti nei cambi di stagione;
  • per l’ insufficienza venosa, varici, problemi alla safena;
  • dopo una lunga camminata e dopo essere stati a lungo seduti, è utile per riacquistare l’equilibrio; quindi, buoni risultati per le persone molto impegnate e per tutti coloro che svolgono un lavoro sedentario;
  • per sinusite, rinite, forme allergiche nella fase cronicizzate.
  • E’ un trattamento anti kapha, adatto in gravidanza e dopo per riacquistare equilibrio, a smaltire l’effetto di anestesie post operazione o da assunzione di troppe medicine;
  • inoltre stimola la microcircolazione sanguigna e linfatica: la pelle appare più luminosa e ringiovanita e il derma sottostante appare più compatto.

E poi non dimentichiamoci che, essendo fatti non solo di materia ma anche di “energia” , questo trattamento aiuta ad eliminare i blocchi e a far sì che il PRANA (energia vitale) fluisca e circoli in tutto il nostro corpo donando appunto ENERGIA, VITALITA’ e buona SALUTE.

L’Autore dell’articolo con lo pseudonimo di olosdoc è la Dott.ssa Nicoletta Brusciani https://trovainzona.it/dott-ssa-Nicoletta-Brusciani alla quale si può richiedere un consulto, inviando un messaggio con WhatsApp da qui o tramite gli altri metodi di contatto disponibili sulla sua pagina.

Categorie
Benessere Fisioterapia Salute

ERNIA DISCALE VERTEBRALE

L’ernia del disco è una affezione della colonna vertebrale in cui a causa della degenerazione dell’anulus fibroso del disco vertebrale, si può verificare una piccola rottura, lacerazione, dell’anulus fibroso, o un suo sfiancamento, con conseguente dislocazione del nucleo polposo. Quest’ultimo può quindi andare ad irritare o comprimere l’emergenza delle strutture nervose adiacenti con sintomi vari che possono andare dalle parestesie (formicolio, sensazione di una ragnatela, intorpidimento, riduzione della sensibilità cutanea, dolore, bruciore, sensazione di caldo o freddo) all’impotenza funzionale dell’arto (es. riuscire a tirare su il piede).
Il cedimento dell’anulus avviene di solito nell’ambito di un processo lento degenerativo a carico di tutto il complesso osteo-articolare tra una vertebra e l’altra e quindi dovrebbe coinvolgere fasce di età medio-avanzata. Invece la vita sedentaria, il sovrappeso e il ripetersi di ripetuti micro-o macrotraumi sulla colonna vertebrale può provocare una precoce degradazione di tali strutture anatomiche e quindi portare al manifestarsi clinico in età anche giovanile.
La degenerazione e quindi l’ernia del disco sono spesso legati a fattori congeniti genetico-familiari, attivati o rivelati poi da varie cause come stress e traumi vertebrali, protratte posture viziate, maldistribuzione di carichi sulla colonna ed altri. La responsabilità di fattori genetici spiega i moltissimi casi di degenerazioni discali nell’adolescenza. Il fumo, l’uso eccessivo dell’automobile ed il sovrappeso sono noti fattori favorenti l’usura del disco e quindi la formazione di un’ernia.
Le ernie più frequenti sono soprattutto quelle lombari, seguite poi da quelle cervicali e infine da quelle dorsali. Sono però frequenti i casi di ernie multiple.


In rapporto al grado di fuoriuscita del nucleo, abbiamo:

  • ernia contenuta, quando il disco presenta una sporgenza circoscritta nel canale vertebrale (l’anello è sfiancato ma non completamente rotto) e il nucleo polposo non ha superato il legamento longitudinale posteriore;
  • ernia protrusa, da non confondere con la protrusione: è una vera e propria ernia, che consiste nello spostamento parziale del nucleo, a livello del midollo spinale, che quindi rompe le fibre dell’anulus e il legamento posteriore, ma lo stesso nucleo rimane, seppur in parte, attaccato al centro del disco nel quale alloggia normalmente;
  • ernia espulsa o migrata, quando vi è rottura dell’anello fibroso e fuoriuscita nel canale vertebrale di materiale discale che và a migrare sotto o sopra la vertebra vicina.

La protrusione discale è invece una discopatia, ossia un’alterazione del disco intervertebrale; consiste nello schiacciamento da parte del nucleo delle fibre dell’anello. Tuttavia ciò non comporta una rottura delle fibre dell’anello stesso, come succede nell’ernia, ma il suo schiacciamento, soprattutto a livello del legamento longitudinale posteriore.

Essa «accade quando il disco perde la sua consistenza originaria e le sue capacità di ammortizzare i carichi delle vertebre: deformandosi, protrude, cioè deborda e invade spazi non dovuti, per esempio toccando le radici nervose». Una protrusione importante può essere definita come l’anticamera dell’ernia del disco. Nei casi gravi, il disco arriva a comprimere radici nervose e dura madre (ovvero la guaina che riveste il midollo spinale).

La protrusione discale può essere asintomatica, ma spesso provoca dolori localizzati, a volte anche forti, o diffusi lungo il nervo che va a disturbare (sciatica).

In età giovanile le ragioni più frequenti di protrusioni sono sforzi eccessivi (anche da sport violenti), traumi o movimenti sbagliati ripetuti quotidianamente. Con l’età, la predisposizione genetica può sommarsi a posture sbagliate e sedentarietà.

Il 90% delle problematiche dovute a protrusioni si risolve con la massoterapia e la fisioterapia funzionale.

QUALI SONO I SINTOMI?

La “classica” sintomatologia dell’ernia del disco lombare (che è la più frequente) inizia in genere con il cosiddetto “colpo della strega” (lombalgia acuta con sciatalgia).

A seconda della localizzazione però, (cervicale, lombare o dorsale) si può avere:

  • cervicalgia; cervico-brachialgia(ovvero dolore irradiato all’arto superiore), disturbi di sensibilità, motilità, trofismo e riflessi agli arti superiori;
  • dolore dorsale; dolore intercostale;
  • dolore lombare (lombalgia); lombo-sciatalgia o sciatica, lombo-cruralgia (quando il dolore interessa il nervo crurarle posto davanti la coscia); disturbi di sensibilità, motilità, trofismo e riflessi agli arti inferiori; difficoltà a stare fermi a lungo in piedi; disturbi sessuali; disturbi sfinterici.

Oltre alla contrattura della muscolatura paravertebrale ed alla limitazione della motilità della colonna specie in flesso-estensione ed in rotazione, si ha dunque una sintomatologia che interessa alcune zone a seconda della radice nervosa interessata. Spesso in queste zone, corrispondenti a determinate radici nervose, sono presenti parestesie.

Le radici più colpite sono la L5 (ernia dello spazio L4-L5) e la S1 (ernia dello spazio L5-S1). Con minor frequenza è colpita la radice L4 (ernia dello spazio L3-L4).

PERCHÉ È IMPORTANTE FARE LA FISIOTERAPIA?

Il trattamento, soprattutto all’inizio, è quasi sempre conservativo e si ricorre all’intervento chirurgico solo nei casi di deficit neurologici (perdita di forza o di sensibilità). Il vero problema dell’ernia del disco non è tanto il singolo episodio, che può guarire, bensì la tendenza alle recidive successive. Le recidive dopo un intervento chirurgico raggiungono anche il 70% entro i 5 anni, ecco perché si tende a non operare e ad avere un approccio più conservativo con la fisioterapia. L’intervento chirurgico dovrebbe rappresentare “l’ultima spiaggia” per il paziente affetto da ernia discale.

Il trattamento di queste patologie a carico del tratto cervicale e lombare prevede dunque, l’uso delle terapie fisiche per togliere l’infiammazione e di una specifica Ginnastica Posturale che mira ad allungare, rendere più elastica e flessibile la muscolatura e la colonna stessa per ottenere, anche mediante dei “pompage”, una decompressione della radice nervosa interessata. Anche in questo tipo di problematiche, ci tengo a sottolineare come il lavoro di scarico in acqua sia importantissimo. L’integrazione di metodiche come il massaggio, il kinesiotaping, l’idrokinesiterapia e successivamente la ginnastica posturale e la terapia manuale, rappresentano spesso l’optimum terapeutico.

Data l’estrema varietà di situazioni il trattamento sarà comunque programmato caso per caso.

L’Autore dell’articolo con lo pseudonimo di olosdoc è la Dott.ssa Nicoletta Brusciani https://trovainzona.it/dott-ssa-Nicoletta-Brusciani alla quale si può richiedere un consulto, inviando un messaggio con WhatsApp da qui o tramite gli altri metodi di contatto disponibili sulla sua pagina.

Categorie
Benessere Fisioterapia Salute

La salute e il benessere

La salute e il benessere sono condizioni complessive della persona da non perdere di vista e che possono essere recuperate, anche in caso di malattie importanti, non solo con lunghe cure mediche o con l’assunzione di medicinali invasivi, ma anche integrando la medicina convenzionale con diversi metodi terapeutici e disciplinari ed un atteggiamento positivo in un ambiente il più familiare ed accogliente possibile. Ecco allora la soluzione: una terapista multidisciplinare, la Dott.ssa Nicoletta Brusciani, multi laureata, con 35 anni di esperienza che effettua visite domiciliari per intervenire direttamente sulle problematiche reali della persona e che offre soluzioni personalizzate di comprovata efficacia. Non perdere il tuo tempo ed insieme ad esso la vicinanza degli affetti più cari, prenota subito la tua visita domiciliare: 📞 WhatsApp +393200877639 oppure un consulto on-line o presso il mio studio medico in Vicolo Giannotti, 10 a Soriano nel Cimino, Viterbo.

L’Autore dell’articolo con lo pseudonimo di olosdoc è la Dott.ssa Nicoletta Brusciani https://trovainzona.it/dott-ssa-Nicoletta-Brusciani alla quale si può richiedere un consulto, inviando un messaggio con WhatsApp da qui o tramite gli altri metodi di contatto disponibili sulla sua pagina.

Categorie
Uncategorized

Riflesso protegge i Tuoi capelli con Puro Sole by Biacrè Laboratori Cosmetici

https://trovainzona.it/parrucchiere-riflesso

Sole, Mare, Piscina:
per la salute dei Tuoi capelli ci vuole una protezione efficace dalla disidratazione, dai raggi UV, dalla salsedine e dal cloro.

Per questo motivo abbiamo scelto
PURO ☀️⁣ SOLE per i nostri Clienti.

Sono 3 prodotti con Olio Bioligico di Mandorle dolci e Cocco ed Estratto di Aloe Barbadensis:

✅ Shampoo & Doccia Idratante;

✅ Maschera Intensiva, Nutre e Rigenera;

✅ Olio Spray Capelli, Protettivo e Idratante.

Iniziando il trattamento in salone potrai acquistarli tutti e 3 in offerta a 30 euro. In regalo anche il pratico borsello in vimini per il mare!

Allora cosa aspetti a goderti il sole nella sua purezza, protetto dai suoi aspetti aggressivi?

Prima di andare al Mare o in Piscina, passa da Riflesso ed aggiungi questi 3 indispensabili Solari per capelli alla tua scorta di creme per l’Estate!

#suntime #purosole #estate2021 #mare #piscina #shampoo #doccia #solari #raggiuv #mascheracapelli #oliocapelli #Riflesso #biacrelaboratoricosmetici #SourceOfBeauty

Categorie
Comunicazione locale Social Media Marketing Localizzato Web Advertising

Tutta la pubblicità con un Unico Servizio su Trovainzona.it

https://trovainzona.it
… 3 servizi al prezzo di 1 …
✅ 1 POST SUL SOCIAL
✅ 1 SPAZIO PUBBLICITARIO
✅ 1 PAGINA WEB
… È vero! Con @Trovainzona.it su 3 servizi, 1 lo paghi 30 euro al mese e gli altri 2 sono gratis!
Cosa aspetti a fare la pubblicità?
Chiama Subito!
📞 info WhatsApp +393289295930 https://trovainzona.it/contatti/

⬇️ ecco i dettagli:

1 POST su pagina social con link alla Pagina Web, testo della comunicazione, tags, spazio pubblicitario o immagine fornita dal Cliente. Condivisione del post sui gruppi social selezionati in zona. Possibilità di sponsorizzazione minima del Post su FB al costo di 1 euro al giorno.

1 SPAZIO PUBBLICITARIO cm 5×7 sul depliant di zona del mese realizzazione grafica esclusa.

1 PAGINA WEB dell’Attività che include 1 Slide Show (Galleria di immagini) con lo spazio pubblicitario e 3 immagini fornite dal Cliente , una descrizione della attività, un elenco dei servizi/prodotti, i recapiti della Attività con la mappa.

Suggeriamo un investimento minimo di 3 mesi sulla base delle migliori prestazioni ottenute dai nostri Clienti abituali che in 3 mesi hanno effettuato una spesa di 360 euro (3 post al mese con spazio cm10x10 per 3 mesi e pagina web) di cui il 20% in sponsorizzazioni su Facebook.

NOVITÀ, i post saranno pubblicati anche sul nostro sito per la ricondivisione in forma di link sui diversi social.

Iscriviti gratuitamente ai nostri gruppi di zona o gruppi partner:
@Trovainzona Roma Ostia-Acilia
@Trovainzona Roma Eur
@Trovainzona Roma Montesacro
@Trovainzona Soriano nel Cimino Viterbo e dintorni
@Gruppo Logistiche – Auto e Dintorni
@La Tintoria di Armando
@Lini caffè lovers
@Adam homo-deus Community
@3dOggetti Roma OpenSource Project

Segui i Nostri sponsor:
👍 @Goodfellas barber shop axa
👍 @Casanova Shop
👍 @Ristorante da Aurelio
👍 @Autofficina axa86
👍 @Tintoria Armando
👍 @Fly Mary Travel
👍 @Riflesso
👍 @Barone Forniture per Estetica e Parrucchieri Acilia
👍 @Gruppo Logistiche
👍 @Lini Caffe’
👍 @Tappezzeria D’Arredamento

#Telegram #Fb👍 @trovainzona.it

#Insta 💖 @trovainzona.it

#Socialmedia #LocalBusiness #WebMarketing #WebSite #PrintingSolution #Pmi #Local #Social #Groups #ComunicazioneLocale #Post

Categorie
Comunicazione locale Social Media Marketing Web Advertising

Il miglior investimento in comunicazione per la tua azienda

Local, Social o web?

Tutti e 3 grazie a Trovainzona.it, con un investimento in comunicazione per 3 mesi misurato sulle reali possibilità della tua azienda.

Per prospettarti il migliore investimento a 3 mesi e a 1 anno (con ulteriore risparmio) per la tua comunicazione aziendale ecco un paio di domande:

Confermando le informazioni inserite al completamento del modulo Trovainzona.it potrà ricontattarti per prospettare, valutandolo insieme a te, l’investimento più adatto alla tua attività o azienda.

Oppure contattaci al +39 3289295930 con la possibilità di fissare un appuntamento senza impegno con il consulente Trovainzona.it di zona.

Categorie
Comunicazione locale Social Media Marketing

Local Social Web per le attività in zona

1 spazio pubblicitario base cm 5×7 sul dépliant Trovainzona.it distribuito localmente
+ 1 pagina Attività sul sito web Trovainzona.it con tipo e nome Attività, spazio pubblicitario, lista prodotti/servizi, recapiti e mappa
+ 1 post al mese sulla pagina FB Trovainzona.it con Testo, link alla pagina Attività, altri riferimenti e tags, spazio pubblicitario e *immagini, condiviso sui gruppi partner di zona.

a solo 20 euro al mese (accordo annuale/12 mesi/240 euro)

Offerta valida fino ad esaurimento spazi, contattaci subito:
WhatsApp + 393289295930 oppure https://trovainzona.it/contatti/

note: spazi pubblicitari multipli dello spazio base hanno un prezzo multiplo e valgono un numero multiplo di post. Ad esempio: spazio doppio/prezzo doppio/2 post; spazio triplo/prezzo triplo/3 post, etc.. . Ulteriori funzionalità e moduli, la sponsorizzazione dei post, la Gestione della pagina Social, ulteriore attività di Social Media Marketing attivabili su richiesta al prezzo da concordare. *Le Immagini nei post, nella pagina Attività e nello spazio pubblicitario sono fornite dal Cliente.